RSS

La parola del cuore: cos’è

Condividi

arcobaleno1Poter comunicare attraverso la parola è una caratteristica degli esseri umani.
Poter parlare, leggere e scrivere ci permette di utilizzare un linguaggio ampio in grado di esprimere il nostro pensiero e i nostri sentimenti. Le possibilità linguistiche sono così estese da poter essere utilizzate in qualunque attività lavorativa.
Il più grande studioso può comunicare con un bimbo. La parola si è adeguata a popoli e culture diverse.
La parola sembrerebbe essere la forma di comunicazione più precisa e sicura.
Eppure la parola, se privata di profondità, se ridotta a puro esercizio tecnico mentale, diventa vuota.
Comunicare con la parola è connettersi alla nostra centralità di esseri umani, è collegare l´energia umana a ciò che desideriamo esprimere, a ciò che stiamo ascoltando.
Nello Yoga del Suono si parla di significato sonoro della parola, che si aggiunge al significato del testo.
Il Mantra utilizza la parola come strumento per fermare l´affollamento dei pensieri che spesso abita la nostra mente e ci impedisce di vivere la nostra vita senza esserne sopraffatti da sentimenti ed emozioni.
Non dimentichiamoci però che l´uso della parola è una pratica quotidiana, siamo fruitori di parole.
Ecco quindi l´importanza della riscoperta della lettura, dell´incontro con parole che arrivano dalla profondità di autori di qualunque epoca, riscopriamo l’armonia del testo di una canzone, andiamo a leggere i suoni di una poesia.
Utilizziamo la parola come chiave per andare oltre il significato comune che le daremmo.
Proviamo a leggere alcune frasi ad alta voce e sentiremo sicuramente le parole diventare suono, un suono udibile.
Lo spazio della parola del cuore è lo spazio della comunicazione e della condivisione di un “profondo sentire umano”.


Comments are closed.