RSS

Scale musicali indiane o scale universali?

Condividi

note4

Lo  Yoga del Suono utilizza molte scale che, pur appartenendo alla tradizione musicale indiana, sono in uso anche nella musica occidentale.
Vemu Mukunda spiega: “Ci sono 7 note in una scala; voi le chiamate DO RE MI FA SOL LA SI DO, ma in India non si usa questo metodo: noi le chiamiamo con dei suoni mantrici molto profondi.  Quando cantate quei suoni, il suono fonetico ed il suono musicale danno luogo ad un particolare movimento del prana e liberano determinati effetti neurologici sulla mente.  Vengono interessati punti di stimolazione neurologica e, proseguendo nella pratica, questo porta all’armonia e al bilanciamento della mente e del corpo.”

Le 7 note in scala DO, RE, MI, FA, SOL, LA, SI, DO vengono definite “Ottava”.

Vemu Mukunda insegna: “In India l’ ottava viene divisa in 22 intervalli.  Questi 22 punti hanno delle posizioni nel corpo che chiameremo Nadi.  Da queste Nadi, quando ne abbiamo coscienza, si liberano delle emozioni”. 

 I 22 Shruthi danno luogo a 12 note DO, DO#(Reb), RE, RE#(Mib) MI, FA, FA #(Solb), SOL,  SOL#(Lab),  LA, LA#(Sib), SI, DO.
Combinando  secondo  un particolare schema matematico le 12 note, è possibile costruire 72 scale di 7 suoni.
Vemu Mukunda chiarisce: “Ogni scala è in relazione alle emozioni, alle stagioni, all’ora del giorno.  Anche la stagione ha un’emozione; quando siamo in primavera abbiamo un’emozione, in inverno un’altra.  Così, nello stesso giorno, vi sono varie emozioni: al momento del risveglio, al mattino, abbiamo un’emozione, durante la giornata altre emozioni si susseguono.  Quindi le scale sono in relazione alle emozioni umane, alle stagioni e alle parti del giorno. ”

Anche nella tradizione occidentale del canto Canto Gregoriano si collegano sentimenti ed emozioni  all’uso di una o dell’altra scala.
Dorico:Grave, adatto a ogni sentimento, attenua le passioni dell’animo
Ipodorico: Triste, provoca le lacrime
Frigio: Mistico e, nello stesso tempo, in grado di provocare l’ira
Ipofrigio: Armonioso,tenero, calma la rabbia
Lidio: Allegro, scaccia la tristezza
Ipolidio:Devoto e pietoso
Misolidio: Angelico e adatto ai giovani
Ipomisolidio: Perfetto e saggio

Sono indicazioni sui possibili  effetti dell’intonare un canto sull’una o l’altra scala, indicazioni molto simili a quelle che si trovano nella cultura indiana sull’utilizzo di una scala o di un’altra. Indicazioni simili sono presenti ad esempio nella musica cinese.

La musica, pur non utilizzando vocaboli, riesce a parlare al cuore di ognuno ed è realmente una via per “trascendere la quotidianità”, per entrare in una risonanza più ampia che porta ognuno di noi ad essere ricettore  e produttore sonoro, in accordo con tutto nel tutto.

Ida Sommovigo


Comments are closed.