RSS

FIABE DELLA BUONANOTTE – 10: Leo il leoncino

Condividi

 

ORSETTOjpg          Ciao amici,

Eccomi pronto per un altro viaggio insieme; questa volta incontreremo il leoncino Leo e la simpatica giraffa Lalla.
Ci troviamo in uno zoo pieno di tanti animali e tanti bambini che soprattutto il sabato e la domenica passano un po’ di tempo insieme con mamma e papà.
Leo era un leoncino carino e simpatico che viveva insieme agli altri leoni in una piccola giungla costruita per loro all’interno dello zoo.
Era sempre allegro e amava stare in compagnia; aveva però un piccolo problema: non riusciva a ruggire e visto che stava diventando grande per lui era un problema e se ne vergognava.
La sua mamma ed il suo papà cercavano di farlo esercitare e di consolarlo ma gli altri leoni del gruppo per questo motivo lo tenevano un po’ in disparte.
Un giorno mentre stava correndo nella loro mini giungla incontrò Lalla una giraffa grande grande con un collo lungo lungo. Leo all’inizio rimase intimorito ma Lalla lo rassicurò: vedi noi giraffe siamo molto alte ma non facciamo del male … anzi da un lato respiriamo meglio di voi perché riusciamo a guardare sopra tutti.

giraffaLalla si accorse che il piccolo Leo era un po’ pensieroso e gli disse: “Sono alcuni giorni che ti osservo e vedo che sei sempre solo e non in compagnia degli altri leoni …. come mai?”
Il piccolo Leo la guardò con gli occhioni umidi e le disse:  “sai non ho ancora imparato a ruggire e gli altri leoni mi lasciano in disparte per questo motivo”.
Lalla prese con il suo lungo collo il leoncino lo mise nella sua groppa e si mise a correre più forte che poteva … Leo era contentissimo qualcuno si era preso cura di lui oltre a sua mamma e suo papà. S’incontrarono per diversi giorni e tutti i giorni Lalla faceva fare una corsa al suo nuovo amico … anche lei era stata presa in giro per la sua statura e per il suo collo lungo.
Leo riprese fiducia in se stesso e ritornò il leoncino sorridente e spensierato. Un bel giorno Lalla mentre stavano facendo la loro corsa quotidiana gli chiese di provare a ruggire per lei e …. Leo ruggì per la prima volta ed ebbe paura dalla sua voce … non sapeva di poterlo fare come tutti gli altri leoni.
Dalla commozione si mise a piangere di gioia, Lalla lo abbracciò forte e gli disse: vedi, avevi solo bisogno di credere ed avere fiducia in te stesso: il ruggito era dentro di te …. dovevi solo avere il coraggio di farlo uscire. Leo salutò la sua buona amica e ritornò da sua mamma e papà e condivise con loro il suo progesso.
Da quel giorno anche tutti gli altri leoni lo rispettarono e Leo insegnò loro ad esprimere la loro felicità e non solo la forza del ruggito.

leone-giovane-animali-la-selva-1115819

 

Vi è piaciuta questa nuova storia? Leo ci ha insegnato che anche le persone diverse da noi ci possono aiutare a superare un ostacolo che per noi risulta insormontabile.
Vi aspetto alla prossima fiaba.
Un saluto dal vostro amico Bear.
I.B.


Comments are closed.