RSS

La scienza del cuore: cos’è

Condividi

suono8Sin dall´antichità studiosi e ricercatori hanno cercato spiegazioni certe circa la nascita della vita nell´universo, la nascita dell´universo stesso, l’origine e la natura dell’ essere umano. Gli scienziati, ma anche i filosofi, hanno guardato il cielo prima con il solo aiuto dei loro occhi, poi utilizzando cannocchiali, telescopi e ora sonde e satelliti sempre più perfetti e precisi nelle loro indagini.

Con la stessa attenzione e partecipazione, questi studiosi si sono rivolti al sempre più piccolo chinandosi su microscopi, utilizzando acceleratori lineari.

La scienza parrebbe staccarsi sempre più dal sentimento per confinarsi nelle indagini, nel calcolo dal risultato certo e sicuro.

Ma questa è una scienza vista dall´esterno, ipotizzata dal luogo comune che il ricercatore viva nel suo mondo tecnologico/informatico alle prese con calcoli astrusi, provette dagli strani colori e potenzialmente esplosive (il ricordo del piccolo chimico è sempre in agguato).

La scienza del cuore è una scienza rivolta alla globalità dell´essere, è la scienza che cerca le risposte e le soluzioni, ma comprende perfettamente che quando queste arriveranno porteranno altri quesiti e si apriranno le possibilità di nuove scoperte che metteranno in discussione le certezze attuali.

La scienza del cuore non si fonda unicamente sul razionale, anche se ha bisogno di razionalità e capacità analitiche.

Concordiamo tutti sulle caratteristiche scientifiche che ci servono per definire un suono, così come siamo tutti sicuri della necessità che debbano esistere determinate caratteristiche spaziali e ambientali perché questo possa propagarsi dalla sorgente sonora all´ascoltatore.

Ma questo tipo di analisi non dona certezze allo studioso più sensibile, e allora il ricercatore prova a vivere in prima persona l´esperienza del fare musica e “la scienza del cuore” diventa una sfida infinita dove “l´arte e il sentire” pongono sempre nuove domande a cui la “razionalità e la capacità analitica” unite alla sensibilità umana provano a dare risposte.

Ida Sommovigo


Comments are closed.